Note tecniche e download

RACCOMANDAZIONI PER L'INSTALLAZIONE

Le presenti note riguardano la procedura il cui utilizzo, si ricorda, è ammesso solo in caso di comprovata difficoltà a ricorrere alla nuova procedura "on-line" ovvero "off-line". Per qualsiasi problema inerente l'utilizzo di tale ultima procedura occorre rivolgersi direttamente all'Autorità della vigilanza sui lavori pubblici consultandone consultando il sito"www.autoritalavoripubblici.it"

Le schede vengono fornite nella forma di documenti word 97 automatizzati. PER ATTIVARE TALI AUTOMAZIONI È NECESSARIO ABILITARE L'UTILIZZO DELLE MACRO (consultare la guida in linea di MS Word)

Così facendo, i programmi collegati ai documenti controlleranno che si inseriscano date valide nei campi data, calcoleranno i valori in euro, le somme e forniranno la lista dei valori possibili per un determinato campo.
Inoltre sarà possibile utilizzare il menù < Autorità Vigilanza LL.PP.> con cui si potrà:

  • controllare tutti i dati inseriti - cancellare tutti i dati inseriti 
  •  salvare i dati in formato elettronico su un floppy disk per poterli poi inviare all' Osservatorio dell' Autorità Vigilanza
  • leggere in linea le istruzioni alla compilazione.

Ferma la coerenza dei moduli con quanto pubblicato sulla gazzetta ufficiale si avvisa che il software di supporto alla compilazione delle schede potrebbe subire degli aggiornamenti,< si invita quindi l'utenza a verificare che non siano presenti sul sito dell' Autorità delle versioni più aggiornate delle schede di cui si è in possesso.

Infine ecco alcune indicazioni utili per la compilazione:
1 - Abilitare le macro di WORD (consultarne la guida in linea)
2 - Spostarsi tra i vari campi usando il tasto < TAB >
3 - tornare indietro con la combinazione dei tasti < SHIFT > + < TAB > o in alternativa con i tasti  < PagUp > e  < Pag On >
4 - Usare la barra spaziatrice per "spuntare " le caselle ( ad esempio quelle SI , NO)
5 - Non usare il tasto < INVIO >
6 - Al termine della compilazione selezionare < controllo dati inseriti > dal menù < Autorità Vigilanza LL.PP.> se non viene selezionata nessuna incongruenza procedere, altrimenti rivedere i dati inseriti.
ATTENZIONE IL COMPILATORE RIMANE COMUNQUE RESPONSABILE DEI DATI INSERITI.
7 - Inserire un dischetto nuovo per ogni intervento quindi procedere al salvataggio dei dati mediante la voce < Salvo i dati inseriti > dal menù < Autorità Vigilanza LL.PP.>
8 - Al termine stampare il modulo e sottoscriverlo.
9 - Se si vuole si possono conservare le schede compilate, a tale scolpo crearsi più cartelle per i vari interventi e rinominare le schede prima di salvarle.

SCARICARE LE SCHEDE

E' possibile scaricare le schede da questo sito (aggiornate al 28/01/2002):

Si ricorda ancora una volta di impostare MS WORD per la corretta apertura delle macro indispensabili per il corretto utilizzo delle schede, e necessarie per poter creare il floppy disk da inviare all'osservatorio regionale (vedi la procedura nella sezione "Attenzione a....")

Le stesse schede possono essere scaricate direttamente dal sito dell'autorità:

Scarica le schede dal sito dell'Autorità dei LL.PP

<ISTRUZIONE PER LA COMPILAZIONE

Per le istruzioni alla compilazione delle schede, si può far riferimento alle comunicazioni pubblicate sul supplemento ordinario alla G.U. n. 43 del 22/02/2000, dove sono riportate sia nozioni di carattere generale che specifico per ogni scheda, che possono essere consultate anche qui di seguito:

Download istruzioni alla compilazione delle schede (In formato word)

PRIME RACCOMANDAZIONI INERENTI LA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE

SCHEDA A

1.6 "Categoria e tipologia intervento"

Per la compilazione di questo punto occorre attenersi alla tabella 4-CPV, di cui al Comunicato dell'Autorità per la vigilanza sui LL.PP., pubblicato nella G.U. n. 53 del 04/03/2002

1.7 "Localizzazione dell'intervento"

Nel caso dei lavori a rete o tronchi di rete il codice di riferimento è quella della località da cui ha origine l'opera

1.10 Oggetto della prestazione progettuale

1.10.1 Progettazione di opera o lavoro

1.10.2 Perizia per manutenzione

          Specificare se la prestazione progettuale è eseguita per dar corso ad attività di costruzione, demolizione, recupero, ristrutturazione, restauro, o ad attività di manutenzione di opere ed impianti, anche di presidio e difesa ambientale e di ingegneria naturalistica.

1.10.6     Importo dell’incarico

Riportare l’esatto importo dell’incarico (al netto dell’IVA) riferito esclusivamente al coordinatore della sicurezza in fase di progettazione

1.10.8 "Data affidamento incarico esterno"

Per tutti gli incarichi affidati dal 24/07/2002 occorre attenersi

al Comunicato del presidente dell'Autorità pubblicato nella G.U. n. 146 del 24/06/2002 "lettera d) l'avvenuto affidamento a soggetti esterni all'amministrazione per carenza di organico, degli incarichi di natura tecnica (art. 8, comma 1, lettera d), regolamento 554/99"

1.10.12 "Costo della progettazione"

Riportare l'esatto importo dell'intero costo della sola progettazione al netto dell'IVA

2.3  "Quadro economico iniziale dell’intervento"

Il quadro risulta composto dalla sezione ”a) Importo per l’esecuzione delle lavorazioni“, dalla sezione “ b)  Importo per l’attuazione dei piani di sicurezza “ e dalla sezione “ c) Somme a disposizione della stazione appaltante “. Al rigo "Importo per l’esecuzione delle lavorazioni“ va riportato il computo metrico estimativo dell'intera opera comprensivo degli oneri per la sicurezza ed al rigo "Importo per l’attuazione dei piani di sicurezza “ va riportato l'importo degli oneri derivanti dal piano sicurezza.

3 "Procedure di Selezione – Aggiudicazione"

Specificare se l’opera è stata realizzata mediante: ”Contratto di appalto“, o “Contratto di concessione“ o “Lavori in economia“.

In caso di “ Contratto di appalto “, specificare lo strumento progettuale di cui ai successivi punti “ progetto esecutivo “ o” progetto definitivo “.

In caso di “ Lavori in economia “, specificare le modalità di affidamento di cui ai successivi  punti “ Cottimo “ o” Amministrazione diretta “.

3.3 "Procedura di scelta concorrente"

La comunicazione degli affidamenti a trattativa privata, è disciplinata anche dal comunicato del Presidente dell'Autorità per la vigilanza sui LL.PP. nella G.U. n. 31 del 06/02/2002.

In particolare occorre:

  • Inviare il mod. L24/2/01, debitamente compilato, alla Sezione regionale dell'Osservatorio

  • Inviare due copie del mod.  L24/2/01, con allegata la documentazione prevista (copia degli atti che sono alla base dell'affidamento effettuato), direttamente all'Autorità per la vigilanza sui Lavori Pubblici

SCHEDA B1

2 "Ufficio della direzione lavori"

Si ricorda, al riguardo, che "il responsabile della sicurezza in fase di esecuzione" (scheda C3-17) è una figura che svolge funzioni distinte da quelle che compongono l'ufficio in parola (ancorchè concentrate nel medesimo soggetto fisico).

I componenti dell'ufficio di direzione lavori sono unicamente quelli di cui all'art. 123, del D.P.R. 554/99 e le relative schede C3 devono riferirsi a tali figure indipendentemente dal fatto che uno stesso soggetto esplichi (nei casi consentiti) più funzioni.

In conclusione ad ogni funzione (e non ad ogni soggetto) corrisponde una scheda C3.

2.5 "Importo dell'incarico"

Inserire l'esatto importo, al netto dell'IVA, dell'incarico dell'affidatario esterno dell'incarico di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

2.4 "Modalità di selezione"

Da compilare solo per incarichi esterni alla stazione appaltante.

2.6 "Costo della direzione lavori"

Riportare la data di affidamento dell’incarico di direzione lavori ed il relativo importo al netto dell’IVA.

SCHEDA C2

3.1 "Denominazione (Natura giuridica)"

Il codice deve essere selezionato tenendo conto della residenza della ditta appaltatrice.

In sostanza se il soggetto è residente nella provincia dove si svolgono i lavori, è da ritenersi un "soggetto residente", se è residente in un'altra provincia è da ritenersi un "soggetto non residente".

(Es.: una s.r.l. iscritta alla camera di commercio della provincia di Ancona che si aggiudica un'appalto in provincia di Ancona deve essere codificata con il codice 02, la stessa ditta se si aggiudica un'appalto in provincia di Macerata deve essere codificata con il codice 36 "soggetti non residenti")

Per altre indicazioni di carattere generale consultare i "Quesiti pervenuti tramite e-mail" disponibili sul sito dell'Autorità di vigilanza sui LL.PP.

Si consiglia inoltre di consultare presso questo sito la sezione "Attenzione a...." e la sezione "Domande frequenti..." dove si possono trovare la soluzione ai problemi più frequentemente segnalati dalle stazioni appaltanti all'osservatorio.